Lorenzo Salimbeni

Nel campo della pittura Lorenzo Salimbeni (ca1374 – prima del 1420) e suo fratello Jacopo furono fra i principali esponenti del gotico cortese italiano, iniziatori della cosiddetta scuola sanseverinate. Lorenzo, il maggiore d’età, è anche la personalità artisticamente più significativa. La loro produzione comprende principalmente affreschi di carattere sacro, dalla semplice immagine votiva alle grandi composizioni. Lo stile narrativo, a tratti ingenuo, antepone alla visione d’insieme il dettaglio aneddotico, la scena “di genere” che in alcuni casi finisce per relegare in secondo piano il soggetto religioso. Fra le opere, sono conservati a San Severino il trittico “Lo Sposalizio mistico di Santa Caterina”, firmato da Lorenzo e datato 1400; “Le Storie di Sant’Andrea” (1406-10?); le “Storie di San Giovanni Evangelista”. Fuori città si segnala quello che è considerato il loro capolavoro: la “Crocifissione” con le Storie di San Giovanni Battista (1416) nell’omonimo oratorio di Urbino.

Tratto dalla sezione turismo del sito del comune di San Severino

Condividi