Ad appena 24 ore dal colpo di cannone che, domani 6 luglio alle 13, darà ufficialmente avvio alla 22esima Regata Internazionale Civitanova-Sebenico, organizzatori, supporter, armatori ed equipaggi si sono ritrovati questa mattina nella sala giunta del Comune di Civitanova Marche per ufficializzare l’apertura della kermesse.

A fare gli onori di casa è stato il Vicesindaco e Assessore allo Sport di Civitanova Marche, Claudio Morresi, sottolineando l’impegno organizzativo dell’Amministrazione comunale per lo sviluppo di un evento che va oltre il puro impegno sportivo. La Regata è stata concepita fin dall’inizio quale gemellaggio in nome della cooperazione tra due popoli accomunati dallo stesso mare. La Civitanova-Sebenico è organizzata dal Club Vela Portocivitanova (CVP) in collaborazione con il Circolo Vela Val Sebenico e gode dei patrocini della Commissione Europea e della Rappresentanza in Italia della CE, Regione Marche, CONI Marche, Provincia di Macerata, Comune di Civitanova Marche e Città di Sebenico, e si conferma anche quest’anno tappa del Campionato Italiano Offshore della Federazione Italiana Vela (FIV).

“Sarò in mare sull’imbarcazione Tyke, il Felci 61 del campione del mondo altura, Marco Serafini – annuncia Morresi – e sarà sicuramente un’esperienza indimenticabile. Ho deciso di vivere in prima persona la regata, una delle più lunghe ed emozionanti del Mediterraneo, perché amo lo sport e perché voglio testimoniare la vicinanza di questa amministrazione a tutto il mondo sportivo. La partecipazione, quest’anno, degli atleti Gattafoni, Belletti e Dignani, è un invito ad unirci tutti attorno ai valori della solidarietà e dell’inclusione. Civitanova deve molto allo sport, un settore che ci sta regalando tante soddisfazioni e vittorie”.

“Ringrazio per la concessione del prestigioso patrocinio l’Ambasciatore Antonio Parenti, direttore della Rappresentanza – spiega Lavinia Bianchi, EU Councillor e membro del progetto BELC – Con l’entrata della Croazia nell’area Schengen, da quest’ano le città di Civitanova Marche e Sebenico fanno parte dello stesso progetto Building Europe with Local Councillors. Pertanto in questa edizione è prevista la presenza di una rappresentanza istituzionale europea e, nella città croata, ci saranno momenti celebrativi dell’identità e dei valori che hanno ispirato la nascita dell’Unione Europea”.

Esemplare l’impegno agonistico degli stessi Pubblici Amministratori: se Morresi gareggerà con Serafini, Ante Galić, capo della Segreteria Generale della Città di Sibenik, e Ljubo Runjić, rettore dell’università di Sebenico, regateranno sul 46 piedi “Citta di Sebenico”, portacolori del circolo croato, co-organizzatore della manifestazione.

Sono 40 gli scafi iscritti, fra i raggruppamenti Libera e ORC nel quale assisteremo a una accesa sfida fra gli equipaggi ridotti di due persone, che sono ben 9. A competere in tandem anche le tre barche del CVP, legate alla campagna di sensibilizzazione “Una vela per un respiro”, promossa dalla Lega Italiana Fibrosi Cistica (LIFC) Marche e dallo stesso guidone rosso-blu.

Il progetto prevede la partecipazione del testimonial LIFC, Alessandro Gattafoni, e di due giovani promesse della vela civitanovese, affetti dalla patologia genetica ad oggi priva di cura, che si schiereranno al via della prestigiosa transadriatica. Una dimostrazione di forza, coraggio e un esempio da emulare quello dei tre atleti in lizza per la Civitanova-Sebenico. Malgrado accomunati dalla stessa malattia congenita, ognuno di loro la supera, giornalmente, anche con lo sport: se Gattafoni ha alle spalle un buon trascorso da pugile prima e da canoista poi, Cecilia Belletti vanta già un titolo italiano juniores in una della classi più competitive, come il Laser, specialità in cui anche Emanuele Dignani è tra i più bravi nella Regione. Ad imbarcare i tre campioni sono stati altrettanti armatori del CVP che hanno sposato la causa e creduto nelle loro qualità atletiche: Pacifico D’Ettorre, KEY GO (Vismara 34 già vincitrice della scorsa edizione); Andrea Emili, SIBILLA (Palvit 37); Giacomo Sabbatini, OVERWIND (Farr30).

“La 22^ edizione della regata è sin dalla vigilia motivo di grande soddisfazione per il Club – la soddisfazione di Cristiana Mazzaferro, Presidente CVP – Il numero record di 40 iscritti è un successo e include, nelle classi ORC, imbarcazioni competitive e 8 equipaggi nella categoria ORC X 2. La partecipazione dei testimonial della LIFC Marche proprio nella categoria ORC X2 renderà la sfida ancora più interessante ed emozionante. Quest’anno la regata è anche più vicina al pubblico perché a bordo delle imbarcazioni saranno installati i traker/gps che renderanno sarà possibile seguire le fasi di gara in tempo reale. Tutte le indicazioni per collegarsi saranno sul sito del Club Vela Portocivitanova”

Il percorso, di 106 miglia marine, prevede la consueta boa di disimpegno all’altezza della foce del fiume Musone, sotto costa, da cui poi la flotta farà rotta sull’isola di Zlarin, nell’arcipelago di Sebenico. Oltre ai premi per tutti gli scafi a podio, la regata assegnerà anche quest’anno il Trofeo “Città di Civitanova Marche”, riservato alla prima barca prima in tempo reale e il Trofeo “Città di Sebenico”, per il primo assoluto in tempo compensato.

Anche quest’anno, sulla manifestazione torna a soffiare il vento della sostenibilità grazie al main sponsor, Delta Motors, che si conferma al fianco degli organizzatori con un’opera di sensibilizzazione sul tema della mobilità sostenibile: elettrica, ibrida ma sempre a bassa emissione di CO2, come la barca a vela. Mobilità green quest’anno protagonista anche nel montepremi, visto che la stessa Delta Motors ha messo in palio un monopattino elettrico Mercedes-Benz che verrà assegnato a un concorrente della categoria ORC (la più numerosa), estratto a sorte nella serata di premiazione.

Allegati
IMG 9123-1 [JPG - 2448 KB - Ultima modifica: 05/07/2023]