Alle parole preferiamo i fatti, siamo partiti da qui per dimostrare di avere molto chiaro non solo il futuro della nostra città ma anche dei suoi borghi e delle sue campagne di cui da anni e anni nessuno si occupava. Colleluce è solo il primo dei borghi che tornano a risplendere grazie agli interventi programmati da questa Amministrazione comunale. Arriveranno poi i lavori a Pitino e quelli a Carpignano”.

Con queste parole il sindaco della Città di San Severino Marche, Rosa Piermattei, ha salutato il taglio del nastro a conclusione delle opere di recupero del borgo di Colleluce realizzate con i fondi del bando Psr Marche 2014 – 2020, nell’ambito dei sostegni allo sviluppo locale del Gal Sibilla.

Le opere – ha spiegato il sindaco – sono state cofinanziate dal Comune e hanno permesso di recuperare e valorizzare la piazzetta e lo spazio antistante la chiesa ma anche di individuare nuove aree e percorsi, come una nuova passeggiata lungo la cinta muraria, consentendo anche di esaltare le bellezze naturalistiche e storiche che ora, anche grazie a una nuova segnaletica, sono più facili da raggiungere”.

A ringraziare l’Amministrazione, a nome degli abitanti della frazione, la presidente dell’associazione Del Colle, Serenella Eugeni, presente al taglio del nastro: “Onorati del fatto che il Comune abbia scelto Colleluce come primo borgo da recuperare del suo vastissimo territorio. Qui vivono persone meritevoli che lavorano e che non sono abituate a chiedere”.

Alla festa hanno preso parte anche il presidente del Consiglio comunale, Sandro Granata, gli assessori al Turismo, Michela Pezzanesi, alle Manutenzioni, Paolo Paoloni, i consiglieri di minoranza Tarcisio Antognozzi e Tiziana Gazzellini, Successivamente si è aggiunto l’asseoore ai Lavori Pubblici, Sara Clorinda Bianchi. A benedire le opere fra Alberto D’Antonio, che per anni ha celebrato messa a Colleluce, che ha officiato la funzione religiosa della domenica insieme a fra Aurelio.

I lavori hanno anche migliorato l’accessibilità pedonale e gli spazi per la sosta, con parcheggi per portatori di handicap. Grazie a queste opere – ha spiegato ancora il sindaco – è finalmente scomparso l’asfalto dalla piazzetta che è stato sostituito con una nuova pavimentazione. Tutti gli impianti, inoltre, sono stati canalizzati e interrati e si è provveduto poi rimozione di tante barriere con la creazione di un nuovo tracciato pedonale. Quest’ultimo funge da collegamento dei principali spazi anche, e soprattutto, per le persone con ridotta capacità motoria e sensoriale. La fornitura di una nuova segnaletica ha completato l’opera insieme all’installazione di nuovi corpi illuminanti per la pubblica illuminazione. Oggi è un giorno di festa per noi e, mi auguro, anche per voi che vivete in questo meraviglioso posto. Godete di questi lavori, spero siano stati fatti a regola d’arte. Sarà un piacere, insieme agli altri colleghi dell’Amministrazione, festeggiare in questa occasione che finalmente ci fa ritrovare di nuovo tutti insieme”.

Autore
Daniele Pallotta - Ufficio Stampa