Scadrà sabato 31 luglio l’occupazione di suolo pubblico richiesta con modalità semplificata dai pubblici esercizi sulla base di due ordinanze del sindaco della scorsa primavera volte ad agevolare la ripresa delle attività dopo la chiusura imposta dalla pandemia.

Lo ricorda l’assessorato alle Attività produttive che ha inviato agli interessati una nota informativa dove si specifica che se c’è interesse a proseguire nell’occupazione degli spazi è necessario inoltrare una nuova domanda tramite modello reperibile sul portale istituzionale web al link www.comune.macerata.it e allegato anche alla mail inviata. La richiesta sarà oggetto di istruttoria ordinaria e, in caso di esito favorevole, verrà accolta tramite rilascio di provvedimento di autorizzazione all’occupazione. Si ricorda che, in virtù dei Decreti emanati a favore delle realtà produttive in contrasto alle conseguenze della pandemia in atto, i pubblici esercizi sono esonerati dal versamento del Canone Unico Patrimoniale derivante dall’occupazione di suolo pubblico per tutto l’anno in corso.

Le attività alle quali è stata eccezionalmente rilasciata l’autorizzazione ad occupare spazi ordinariamente destinati alla sosta degli autoveicoli dei cittadini residenti in centro storico, dovranno invece liberare gli spazi in questione al termine dell’autorizzazione ottenuta (31 Luglio), salvo eventuali proroghe o nuove autorizzazioni che saranno rilasciate dietro presentazione di apposita domanda.

Infine, le attività dotate di vecchie licenze con prescrizione di divieto di stazionamento della clientela, che hanno potuto beneficiare di apposita convenzione con altri esercizi di somministrazione posti nelle vicinanze in deroga alle disposizioni regolamentari, dopo il 31 luglio dovranno ripristinare il divieto di stazionamento mettendo a disposizione della clientela o sedute o piani d’appoggio in forma alternativa (no al contemporaneo utilizzo di sedute e piani d’appoggio).