dal Comune di Macerata

Luigi Piovano e gli Archi di Santa Cecilia aprono i Concerti di Appassionata

16 ottobre 2019
 

Domenica 20 ottobre alle 18 al Teatro Lauro Rossi Luigi Piovano e gli Archi di Santa Cecilia, con la partecipazione di Paolo Pollastri, aprono la stagione 2019-2020 dei Concerti di Appassionata eseguendo musiche di Mozart, Piovani, Morricone, Rota.
Un programma quanto mai affascinante per il primo violoncello solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e l’ensemble d’archi ceciliano che, fin dal 2013 quando hanno ottenuto un successo clamoroso all’Auditorium di Roma, hanno avviato una collaborazione stabile raccogliendo entusiastici consensi di pubblico e critica ad ogni esibizione.
Domenica prossima al Teatro Lauro Rossi di Macerata, insieme a Paolo Pollastri primo oboista della medesima Orchestra, condurranno il pubblico in un percorso sonoro straordinariamente evocativo, che prevede una prima parte interamente dedicata alla famosa Eine Kleine Nacthmusik (Piccola Serenata Notturna) in sol maggiore K 525, fra i brani più eseguiti di W.A. Mozart, e una seconda parte di autentici capolavori del Nocevento, che fanno parte dell’immaginario collettivo oltre la dimensione cinematografica.
Dalla delicata Buongiorno Principessa alla struggente La vita è bella, colonna sonora dell’omonimo film per la quale Piovani si è aggiudicato il premio Oscar nel 1999, dal grandioso affresco musicale di Mosé all’intensa Gabriel’s Oboe di The Mission composta da Morricone fino a What Is a Youth, il tema d’amore firmato da Nino Rota e che ha contribuito a rendere celebre il dolcissimo Romeo e Giulietta di Zeffirelli: il primo appuntamento con I Concerti di Appassionata, domenica 20 ottobre alle 18 al massimo cittadino, promette di arrivare dritto al cuore del pubblico maceratese.
Luigi Piovano è affermato protagonista della scena musicale cameristica internazionale. Si è esibito in innumerevoli concerti nelle sale più prestigiose insieme ad artisti del calibro di Wolfgang Sawallisch, Myung-Whun Chung, Alexander Lonquich, Dmitry Sitkovetsky, Leōnidas Kavakos, Veronika Eberle e Katia e Marielle Labèque, solo per citarne alcuni. Come solista ha suonato con Tokyo Philharmonic, New Japan Philharmonic, Accademia di Santa Cecilia, Seoul Philharmonic, Orchestre Symphonique de Montréal, sotto la direzione di direttori quali Chung, Nagano, Pletnëv, Borejko, Menuhin, Bellugi. Dal 2007 suona regolarmente in duo con Antonio Pappano e dal 2002 si dedica sempre più alla direzione: fra gli impegni più recenti come direttore, concerti sul podio di numerose orchestre italiane, lo Stabat Mater di Dvořák al Teatro Bellini di Catania e, all’estero, il debutto con la New Japan Philharmonic Orchestra.
L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia è stata la prima in Italia a dedicarsi esclusivamente al repertorio sinfonico. Dal 1908 ha tenuto circa 15.000 concerti collaborando con i maggiori musicisti del secolo. I suoi direttori stabili sono stati Molinari, Ferrara, Previtali, Markevitch, Schippers, Sinopoli, Gatti e Chung. Dal 1983 al 1990 Leonard Bernstein ne è stato il Presidente Onorario. Da quando, nel 2005, Sir Antonio Pappano ha assunto la carica di Direttore Musicale il prestigio dell’Orchestra ha avuto uno slancio straordinario. Da sempre la musica da camera è una delle attività dell’Orchestra e negli ultimi anni ha acquisito ancora maggior rilevanza.
Dal 2013 l’Orchestra d’Archi di Santa Cecilia ha avviato una collaborazione stabile con Luigi Piovano, primo violoncello solista dell’Orchestra: nel 2014 si sono avuti i primi concerti in Italia e la Eloquentia ha pubblicato il primo CD del gruppo sotto la direzione di Piovano, accolto con entusiasmo dalla stampa internazionale; analogo entusiasmo hanno raccolto le esecuzioni delle Serenate di Dvořák e Čajkovskij e gli altri concerti tenuti in Italia, fra gli altri al Ravello Festival, all’Associazione Scarlatti di Napoli, al Teatro Valli di Reggio Emilia.

La stagione 2019-2020 dei Concerti di Appassionata è organizzata dall’associazione musicale Appassionata insieme all’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata, con il sostegno di MiBACT, Regione Marche, Società Civile dello Sferisterio-Eredi dei Cento Consorti, APM, Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata, Università degli studi di Macerata, Istituto Confucio, ANMIG. In collaborazione con Marche Concerti, Consorzio Marche Spettacolo e Accademia di Belle Arti di Macerata. Valli Pianoforti è partner tecnico.

Biglietto intero 20 euro, ridotto 15 euro, studenti 5 euro. Biglietteria dei teatri, piazza Mazzini 10 a Macerata (mart-sab. 10-13, 16.30-19.30, festivi e lunedì chiuso; domenica 20 ottobre dalle ore 16 è attivo il botteghino del teatro), online su vivaticket.
Per informazioni www.comune.macerata.it, www.appassionataonline.it (0733-230777), info@appaassionataonline.it.

Condividi