Si è svolto questa mattina nell’auditorium della Biblioteca comunale Mozzi Borgetti l’incontro voluto dal sindaco per fare il punto sull’emergenza epidemiologica da coronavirus, condividere le prospettive con le forze politiche e raccogliere eventuali suggerimenti.

Alla riunione hanno partecipato il presidente del Consiglio comunale Luciano Pantanetti, i capigruppo consiliari di maggioranza e opposizione, i membri della Giunta e il vice segretario generale Gianluca Puliti.

“Siamo in piena emergenza anche se nel nostro territorio abbiamo una situazione seria ma ancora non gravissima” ha detto il sindaco Romano Carancini “Per questo bisogna tenere alta la guardia ed evitare che le positività riscontrate più a Nord possano espandersi anche qui da noi”.

“Una situazione che ci impone di essere molto attenti e di continuare con forza le attività previste dai decreti della Presidenza del Consiglio dei ministri e già intraprese per il contenimento del virus. Il rigoroso rispetto delle regole da parte di tutti è fondamentale per accorciare i tempi di evoluzione e per prevenire l’incremento dei casi” ha affermato il sindaco. “Si parte dalla premessa che in questa situazione di emergenza coronavirus vige il principio di gerarchia e che quindi è il Governo a disporre tutte le misure da mettere in campo per fronteggiarla. Il sindaco non puo’ adottare provvedimenti di carattere urgente ma a lui è affidato il compito di informazione, comunicazione e assistenza”.

Carancini ha poi sottolineato come la serie di decreti mirino a limitare il più possibile la circolazione, a evitare qualsiasi tipo di contatto interpersonale e l’affollamento di persone.

“Su questo fronte è già in atto il controllo della Polizia locale rispetto alle distanze e il concentramento di clienti nei bar e pubblici esercizi” ha ricordato il primo cittadino “Per quanto riguarda l’informazione e la comunicazione, oltre al sito del Comune, dove c’è una pagina dedicata all’emergenza epidemiologica con riferimenti e numeri di telefono, ai social e ai comunicati stampa, la popolazione viene informata attraverso il servizio Alert che invia le telefonate direttamente ai numeri fissi o mobili dei cittadini del quale mi faccio carico in prima pesona. Anche l’apertura del Centro Operativo Comunale è una delle misure fondamentali adottate dall’Amministrazione comunale per poter essere vicini alle fasce deboli. Risponde infatti ai bisogni essenziali delle persone più anziane, da quelli semplici, che possono essere fare la spesa, comprare e consegnare farmaci, effettuare ricariche telefoniche, a quelli più complessi come affrontare paure e ansia dovute all’emergenza sanitaria”.

Unanime il ringraziamento dei capigruppo per l’incontro convocato dal sindaco in qualità di Autorità di Protezione civile e per aver informato tutte le forze politiche rispetto alla situazione di emergenza che sta attraversando l’intero Paese.