È stato firmato questa mattina, presso la Prefettura di Macerata, il protocollo d’intesa “La stanza sospesa” che promuove azioni condivise finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza di genere. Tra i firmatari del protocollo, la Prefettura di Macerata, l’Ambito Territoriale Sociale 15, il Comune di Macerata, Soroptimist Club Macerata, Federalberghi Macerata Confcommercio, la Croce Rossa di Macerata e la Croce Verde di Macerata. Il protocollo si applica a tutto il territorio di competenza dell’ATS 15.

Presenti, per la firma del Protocollo, il Prefetto Isabella Fusiello, il sindaco e presidente dell’ATS15 Sandro Parcaroli, il vice sindaco e assessore alle Pari Opportunità Francesca D’Alessandro, la presidente del Soroptimist Giuliana Medei, il presidente di Federalberghi Luca Giustozzi, la presidente della Croce Rossa Rosaria Del Balzo Ruiti e il vice presidente della Croce Verde Aldo Tiburzi.

L’intesa nasce dalla volontà di Soroptimist Club Macerata di mettere a disposizione risorse economiche per il progetto “La stanza sospesa”: nello specifico, si tratta di provvedere al pagamento del corrispettivo per consentire la tempestiva e temporanea permanenza delle vittime di violenza, inclusi eventuali figli/e, presso strutture alberghiere che si trovano nel territorio provinciale. Questo vale nel caso in cui non sia immediatamente disponibile l’accoglienza presso la Casa di Emergenza che si trova in provincia di Pesaro. Grazie alla partecipazione di Federalberghi, sono 14 le strutture alberghiere che si sono messe a disposizione consentendo la copertura dell’intero territorio di riferimento. Il coinvolgimento di Croce Rossa – Comitato di Macerata e Croce Verde Macerata ODV garantisce la possibilità di poter provvedere allo spostamento della donna e di eventuali minori in tutta sicurezza e con reperibilità 24 ore su 24 e omologando la tariffa giornaliera anche in caso di servizio notturno. L’azione, visto il convinto coinvolgimento della Prefettura che ha istituito il tavolo di coordinamento, si pone all’interno di una serie di procedure specifiche che vedono la presenza delle Forze dell’Ordine e, dunque, un ulteriore strumento a servizio delle donne vittime di violenza di genere.

L’interesse e l’intenzione dei soggetti firmatari è promuovere, sviluppare, implementare e sostenere la creazione di una rete sul territorio provinciale in grado di affrontare, pur nella specificità delle rispettive funzioni, i fenomeni dello stalking, della violenza e del maltrattamento, sostenendo la donna. Il protocollo ha, inoltre, l’obiettivo di supportare le vittime di violenza di genere per consentire una presa in carico della donna efficace ed efficiente e fornire, dove necessario, consulenza legale, sostegno psicologico e strumenti adeguati al periodo di maggiore rischio durante il quale la vittima è più esposta a pericolo di violenza.

Le risorse messe a disposizione dal Soroptimist Club Macerata, che saranno integrabili, copriranno anche i costi del servizio di trasporto e accompagnamento della donna vittima di violenza. Le strutture alberghiere che si sono rese disponibili tramite Federalberghi hanno proposto condizioni economiche agevolate sia per la permanenza che per i pasti giornalieri.