E’ celebrato davanti ai ministri di culti diversi da quello cattolico e che, per produrre effetti non solo religiosi ma anche civili, deve comunque essere celebrato nelle forme previste dal codice civile, salvo quanto previsto dalle legge speciale sul matrimonio e dalle leggi che regolano le confessioni religiose che hanno stipulato le “Intese” con lo Stato (Chiese Valdesi e Metodiste, Unione Italiana delle Chiese cristiane avventiste del 7 giorno, Assemblee di Dio in Italia, Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Chiesa Evangelica Battista d’Italia, Chiesa Evangelica Luterana, Unione Buddista italiana, Congregazione dei Testimoni di Geova).