Per “contrassegno parcheggio per disabili” si intende l’apposito tagliando in cartoncino che rende noto il possesso dell’Autorizzazione in deroga rilasciata dal Comune di residenza per consentire la circolazione e la sosta, in particolari aree, dei veicoli a servizio delle persone riconosciute disabili, con capacità di deambulazione ridotta.

Il contrassegno è strettamente personale e quindi non è utilizzabile da altro soggetto che non sia l’intestatario. Inoltre non è vincolato ad uno specifico veicolo e quindi può essere utilizzato su qualunque veicolo che trasporti il disabile intestatario del contrassegno. I contrassegni hanno validità su tutto il territorio nazionale indipendentemente dal Comune che li ha rilasciati. Possono essere quindi rilasciati contrassegni con validità di cinque anni, rinnovabili, per invalidità permanenti, oppure con validità fino a cinque anni o inferiore per invalidità temporanee.
Il contrassegno perde di validità a seguito del decesso del disabile e quindi non può essere utilizzato dagli eredi, parenti od altri portatori di disabilità. In questo caso dovrà essere pertanto restituito all’ufficio che lo ha rilasciato.

Si tratta di una speciale autorizzazione che, previo accertamento medico, viene rilasciata dal proprio Comune di residenza, ma è valida ed utilizzabile nei paesi dell’Unione Europea.
Formalmente è un atto amministrativo autorizzatorio che ha la durata di cinque anni, anche se la disabilità è permanente.