Il Progetto SINP

progettosinp

Il SINP è nato nel 1996 su iniziativa della Provincia di Macerata, che lo ha realizzato con la preziosa collaborazione dell’Università di Camerino e con il contribuito di UE, Stato e Regione Marche. Il primo slogan del SINP era “la città digitale diffusa” ed il progetto iniziava così:
“Ragioni storiche che evidenziano una forte civiltà municipalistica ereditata dal Medioevo, nonché ragioni geografiche tipiche di un territorio spesso montuoso e collinare solcato da numerose valli, hanno determinato nella provincia di Macerata la distribuzione della popolazione in centri di piccole e medie dimensioni e creato una situazione di estrema ramificazione comunale che, pur garantendo un alto livello di qualità di vita grazie all’assenza dei problemi e dei disagi tipici delle aree a grande concentrazione urbana, di certo non avvantaggia la fruizione dei servizi indispensabili alla vita quotidiana dei cittadini.

Il territorio provinciale si estende infatti per 2774 Km tra il mare Adriatico ad est e l’Appennino verso Occidente e vede una popolazione di circa 300.000 abitanti distribuita in 57 comuni, di cui soltanto due superano i 20.000 abitanti.

Fra i restanti comuni, 42 appartengono alla zona montana e, pur coprendo il 75% del territorio provinciale, accolgono soltanto il 40% della popolazione.

Il progetto SINP (Sistema Informativo della Provincia) persegue l’idea di una “città digitale diffusa” il cui demanio è l’intero territorio provinciale ed a tal fine ha creato una rete telematica che, superando i limiti spazio-temporali tipici degli strumenti tradizionali, consente alle amministrazioni locali del territorio provinciale di Macerata di interoperare e di proporsi all’esterno come sportello unico della PA e del sistema economico-sociale.”