Palazzo Pallotta di Caldarola

Il Palazzo Pallotta, sede del Municipio, sorge al centro di Caldarola e forma insieme alla chiesa collegiata di San Martino un complesso edilizio di grande rilievo; nel suo impianto architettonico è disegnata la piazza antistante, probabilmente concepita con progetto unitario per essere chiusa su tre lati da edifici porticati, come fa pensare l’affresco che si trova nella sala del Consiglio (detta Salone dei Cardinali Pallotta). Il paese coincide con il castello: una sola porta d’ingresso, finestratura e rocchette agli angoli, il tutto cinto da mura cui fa cerniera un torrione cilindrico e varie torrette a base quadrata. Straordinaria è l’evocazione castellare nell’ingresso. I possenti edifici tagliati da porte e piccole finestre sono impostate su grandi archi o, appena entrati, da un’alta galleria sopra le arcate della via. Un’ attenta ricerca fa anche scoprire una cerchia muraria su una lunetta appena l’ingresso, Nobile da Lucca affrescò a colori vivi la Vergine e i Santi protettori della gente. E’ un piccolo dipinto dei primi anni del ‘500 che richiama forse certe testine affioranti nella chiesa “extra moenia”del castello. Nell’abside della chiesa sono conservati tre affreschi di difficile lettura perchè consumati: un Santo con l’aureola a punte, una Madonna con Bambino e una Adorazione dei Magi.

Tratto dalla sezione turismo del sito del Comune di Caldarola.

Condividi