Palazzo del Podestà di Potenza Picena

Il Palazzo del Podestà di Potenza Picena è di origine trecentesca. E’ stato in gran parte ristrutturato nel sec. XVIII (quando sarebbero stati aggiunti i merli ghibellini), e nel primo Ottocento. Ai piani superiori ha ospitato gli uffici del Podestà, eletto dal Comune almeno fin dal 1252, in seguito a privilegio pontificio. Questi era un magistrato, che esercitava eminentemente funzioni giudiziarie; nel sec. XVIII e, ancor più, nell’Ottocento ha visto accresciute le sue competenze in materia amministrativa (controllo dell’operato degli organi e degli ‘ufficiali’ del Comune e funzioni di polizia). Il piano terra ed il seminterrato dell’edificio erano adibiti a carcere, del quale restano le porte, ora esposte nella Pinacoteca civica , e il disegno della pianta, risalente alla prima metà del sec. XIX.

Tratto dalla sezione turismo del sito del comune di Potenza Picena

Condividi