Il Comunale di Loro Piceno

La sala del Teatro di Loro Piceno era originariamente, secondo le testimonianze della gente del luogo, il refettorio del Convento dei Frati Francescani (sec. XIII). Nel corso del tempo ha svolto diverse funzioni fino a quando, nei primi anni trenta, con opportuni lavori di ristrutturazione é stata adibita a sala di proiezione cinematografica e come tale inaugurata nell’Ottobre del 1936, detta CINEMA ITALIA.
Tale é rimasta fino agli inizi degli anni ‘80 svolgendo in diverse occasioni anche la funzione di sala per veglioni, feste, rappresentazioni teatrali, ecc. consentendo alla popolazione Lorese di trascorrere momenti di gioia e spensieratezza e rappresentando, inoltre, un centro di attrazione anche per i paesi vicini. Dal 1983 circa fu dichiarata inagibile a causa delle nuove disposizioni di legge in materia di locali pubblici , restando di fatto inutilizzata .
Nei primi anni ‘90 il Consiglio Comunale di Loro Piceno decise di ristrutturare gli spazi dell’Ex Cinema Italia per dotare la citta’ di un teatro pubblico. Nel 1995, dopo tre anni circa di lavori di restauro attento e rispettoso fu inaugurato il Teatro di loro Piceno. Il restauro ha restituito e rimesso in luce la maggior parte degli elementi architettonici originari ancora presenti, ma camuffati dagli interventi succedutisi nel corso del tempo. Ora si possono apprezzare le capriate della copertura, il volume della sala principale ed alcune aperture ad arco che rappresentano gli elementi più antichi di tutta la struttura risalente al XIII° secolo.
Non meno interessanti sono gli elementi presenti tipici dell’architettura del Ventennio; il soppalco in ghisa e ferro battuto, il vano scala e il dipinto a fresco, trompe l’oeil, posto sullo sfondo del palcoscenico. Nel completamento dell’opera sono stati utilizzati, arredi e accessori con elementi architettonici shiettamente moderni per esaltare al massimo i vari stili e per continuare l’evoluzione naturale del gusto nel corso del tempo. Capienza n° 144 posti a sedere di cui 128 in platea e 16 nel soppalco. Entro il 2005 verranno avviati i lavori per l’abbattimento completo di tutte le barriere architettoniche presenti nell’intero complesso, per il potenziamento degli impianti tecnologici e per l’installazione di un ascensore.

Tratto dal sito Tutti i Teatri della provincia di Macerata.

Condividi