Il Comunale di Caldarola

Nel 1823 il Consiglio comunale di Caldarola decide di costruire all’interno del Palazzo municipale un teatro in legno con 22 palchetti da vendersi alle famiglie del paese, meno due palchi che rimangono di proprietà pubblica ad uso del Governatore pontificio e del Magistrato. Secondo il regolamento condominiale i palchetti sono estratti a sorte ogni anno meno i due palchi acquistati dalla famiglia dei conti Pallotta. Aperto durante il Carnevale del 1830, il teatro viene chiuso nel 1887, perché ritenuto fatiscente. Nel 1901 si costituisce un nuovo condominio teatrale che ottiene dal Consiglio comunale la piena disponibilità dell’ex Palazzo municipale. La progettazione del nuovo edificio è affidata all’ingegner Filippo Amici e i lavori per la costruzione si concludono nel 1906. Il teatro ha una pianta a ferro di cavallo, due ordini palchi e un loggione a galleria. I palchi di proscenio sono separati da due paraste con capitelli corinzi, mentre stucchi bianchi e oro decorano i parapetti dei palchi e del loggione. Chiuso per restauri nel 1980, il teatro è stato riaperto nel 1986. Capienza di 291 posti.

Tratto dal sito Tutti i Teatri della provincia di Macerata.

Condividi