Vino San Ginesio

Il vino “San Ginesio” Denominazione di Origine Controllata si produce in diverse tipologie: San Ginesio rosso, San Ginesio Spumante secco e dolce. Il riconoscimento ufficiale della denominazione di origine controllata nel 2007, è stato il compimento di un lungo percorso di lavoro e di passione. Le tracce della “cultura del vino” sono presenti in San Ginesio da lontanissimo tempo, nel medioevo periodo in cui, secondo le cronache del tempo, si hanno significative testimonianze della coltivazione della vite ed ancora prima come testimonia il rinvenimento di una kylix, cioè una coppa da vino, nelle tomba del guerriero celtico, rinvenuta a San Ginesio nel 1883 e datata al IV secolo a.C.
Zona di produzione: comprende tutto il territorio del comune di San Ginesio e parte del comune di Caldorola, Camporotondo di Fiastrone, Cessapalombo, Ripe S. Ginesio, Gualdo, Colmurano, Sant’Angelo in Pontano, Loro Piceno.
Vitigni: il San Ginesio Rosso è ottenuto da uve provenienti da vitigno Sangiovese, minimo 50%. Vernaccia Nera, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Ciliegiolo, da soli o congiuntamente, per un minimo del 35%; possono concorrere altri vitigni a bacca nera non aromatici, anche congiuntamente per un massimo del 15%.
Il San Ginesio Spumante secco o dolce è ottenuto da uve provenienti da Vernaccia Nera, minimo 85%; possono concorrere da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 15%, tutti gli altri vitigni non aromatici a bacca nera.
Temperatura di servizio consigliata: 14-16 ° C.
Bicchiere consigliato: calice da degustazione.

CARATTERISTICHE
San Ginesio Rosso
Aspetto: rosso rubino più o meno intenso.
Profumo: caratteristico, delicato.
Gusto: armonico, gradevolmente asciutto.
Gradazione alcolica: minimo 11,5 ° % vol.
San Ginesio Spumante secco e dolce
Spuma: persistente a grana fine.
Aspetto: rubino con riflessi da violacei a granati.
Profumo: fruttato.
Gusto: caratteristico con fondo gradevolmente amarognolo.
Gradazione alcolica: minimo 11 ° % vol.

DESCRIZIONE
Da bere sia giovane che maturo.

Abbinamenti
Vino di media struttura che si incontra bene con primi piatti quanto viene bevuto giovane. Secondi piatti a base di carne vengono bene abbinati con il vino maturo.

Tratto da “Vini della Provincia di Macerata“.

Condividi