Nespola

Con questo frutto le donne in passato preparavano salse agrodolci, che in alcuni casi prendevano il nome di “sapore” destinate alla farcitura di paste e altri dolci casalinghi. Il frutto è a forma di trottola ed ha alla sommità una depressione; il colore è ocraceo, la polpa compatta e dura alla raccolta e man mano che matura diventa scura, tenera, dal sapore dolce e gradevolmente acidulo.
Da Gustare
La nespola è ottima consumata fresca una volta giunta a maturazione, oppure trasformata in marmellate, composte oppure cotta nella sapa.
Tecniche Colturali
È una pianta caratteristica delle zone collinari e montane, non ama i terreni umidi e aridi; non si riproduce per seme ma innestandola sul biancospino a lei molto affine. I frutti sono pronti per la raccolta alla fine d’ottobre, ma verranno poi lasciati maturare tra la paglia, consumandoli quando saranno diventati morbidi.
Calendario di Lavorazione
Si raccolgono in autunno.

Tratto da “Gusti Tipici Maceratesi“.

Condividi