Melone

Il melone, il frutto succoso, dolce e profumato, a forma rotonda o ovale, con buccia giallognola e polpa verdastra, gialla o arancione, viene usato nella cucina maceratese soprattutto per preparare piatti veloci e gustosi. Vi sono due tipi di meloni: quelli estivi, retati, con la superficie percorsa da linee rilevate, e i cantalupi dalla scorza liscia, più profumati, fra cui si deve ricordare lo charentais e quelli invernali che, hanno una forma allungata e un colore giallo pallido con la buccia piuttosto liscia e priva di costole, poco profumato ma molto dolce. Da Gustare Oltre ad essere consumato allo stato fresco, da solo o abbinato al prosciutto, in cucina trova impiego nella preparazione di antipasti, macedonie, dolci, gelati e frullati Tecniche Colturali Per quanto riguarda l’avvicendamento la coltura del melone non può tornare su un terreno prima che siano passati diversi anni. La semina si fa in primavera avanzata (aprile-maggio), quando la temperatura ha raggiunto i 14-15 °C. Tratto da “Gusti Tipici Maceratesi“.

Condividi