Maltagliati con i ceci

I maltagliati con i ceci rappresentano uno dei primi piatti più poveri della nostra tradizione culinaria contadina. Quando le donne di casa, armate di mattarello, preparavano le tagliatelle, quella parte di sfoglia che avanzava poiché non permetteva di ricavarne delle tagliatelle, (generalmente i bordi), veniva tagliata in modo irregolare tanto da ricavarne pezzetti di pasta del tutto disomogenei (i maltagliati). Trattandosi per lo più delle aree perimetrali della sfoglia, anche lo spessore era disomogeneo. L’uso più classico dei maltagliati è con i ceci, uno dei legumi ad alta digeribilità dagli indiscutibili benefici nutritivi.

Ingredienti
Per la pasta:
uova
farina
Per il sugo:
olio
cipolla
sedano
pomodoro

Preparazione
Si prepara una pasta con farina, acqua ed un uovo. Si tira poi una sfoglia un po’ spessa che si taglia a quadrucci un po’ grandini. I ceci, tenuti a bagno dalla sera prima con un po’ di sale, si scolano e si lasciano per qualche minuto con una puntina di bicarbonato. Si sbattono bene, quindi si immergono in una pentola con acqua tiepida e si sciacquano. L’operazione va ripetuta un paio di volte ancora. Finalmente in un’altra pentola, sempre con acqua tiepida, si mettono a cuocere. A parte si prepara un sughetto con olio, cipolla, sedano e pomodoro. In una pentola con acqua bollente salata, si versano il sugo pronto, i ceci già cotti ed i quadrucci. Appena questi saranno giunti a cottura, si verserà tutto nelle fondine e si servirà.

Tratto da “Gusti tipici Maceratesi

Condividi