Coppa

La coppa di testa è uno degli insaccati cotti più prelibati fatti con la carne di maiale. Si tratta di ciò che resta della carcassa dopo la lavorazione. In realtà i più esigenti pretendono che la coppa sia fatta esclusivamente con le carni di testa, le uniche a caratterizzare la qualità di questo prodotto. Di facile deperibilità, si consuma di solito nel periodo successivo alla lavorazione del maiale. Oggi comunque, grazie alla catena del freddo e alle produzioni artigianali, questo gustoso prodotto della nostra norcineria può essere presente sulla tavola per buona parte dell’anno. Di forma cilindrica o quadrata e dal peso variabile, al taglio si possono individuare i pezzi di carne di cui è composta; l’aroma e ricco di sfumature, il gusto sapido e appetitoso.
Da Gustare
La coppa è adatta per antipasti, robuste merende e come piatto unico con verdure di stagione.
Tecnologia di Lavorazione
Per fare la coppa sono utilizzate le carni di testa, cotiche, cartilagini, pezzi di cuore ed altre parti meno nobili, condite con sale, pepe, bucce d’arancio o di limone, alloro, pistacchio. Le carni, ossa e cotenne, residue della lavorazione dei salumi, sono fatte bollire in molta acqua per diverse ore. Una volta cotte si spolpano le ossa e si condisce il tutto. Dopo aver accuratamente mescolato le carni con le mani, l’impasto si mette in un apposito sacco di tela a trama rada, sul quale si pongono dei pesi al fine di favorire la fuoriuscita del grasso. Dopo alcuni giorni, quando avrà assunto la classica forma cilindrica è pronta per il consumo.

Tratto da “Gusti Tipici Maceratesi“.

Condividi