Biblioteca Comunale di Sarnano

La biblioteca comunale di Sarnano, divenuta pubblica nel 1868, nasce come biblioteca francescana e affonda le sue origini nel XIV secolo, quando i minori conventuali in seguito alla distruzione del loro primitivo convento di Roccabruna (oggi Valcajano) si stabilirono entro la cinta muraria (1327-1329). Il patrimonio bibliografico dell’antica biblioteca francescana, di cultura prevalentemente filosofico-teologica, si andò arricchendo nel corso dei secoli grazie allo zelo di dotti e insigni religiosi; tra cui va citato il Cardinal Costanzo Torri (1529-1595) nativo di Sarnano e minorita conventuale, professore di metafisica e teologia nelle università di Perugia, Padova e Roma, al quale si deve probabilmente la raccolta di importanti codici filosofici e teologici medievali tutt’ora conservati nella Biblioteca, che oggi vanta un fondo antico di notevole importanza (grazie anche a vari interventi di restauro conservativo); numerosi sono i codici manoscritti del XIV a inizi sec. XV, incunaboli e cinquecentine, tra i quali edizioni rare ed esemplari unici. Grazie ad alcuni interventi mirati, finanziati dall’Amministrazione Comunale e sostenuti anche dalla Provincia, sono state attivate iniziative volte alla valorizzazione dell’inestimabile patrimonio librario antico, rimasto finora per molti scarsamente noto.

Il patrimonio bibliografico consiste in oltre 20.000 volumi di cui circa 15.000 costituiscono il fondo moderno. Obiettivo primario della Biblioteca è quello di sviluppare i vari settori della cultura, allo scopo di poter offrire ai suoi utenti gli strumenti indispensabili per un orientamento e approfondimento di base in tutti i campi del sapere. Vi sono due sezioni specializzate, rispettivamente sulle Marche e sulle Armi. Dal 2004 la Biblioteca Comunale di Sarnano fa parte del Polo Bibliotecario SBN della Provincia di Macerata ed è pertanto collegata all’Indice Bibliotecario Nazionale che è un catalogo virtuale, depositario dei dati di quasi tutte le biblioteche italiane. Grazie a questa base dati, gli utenti possono effettuare la ricerca di un volume collegandosi ad Internet, da qualunque postazione (da casa propria o altro luogo) e sapere in tempo reale se un volume è disponibile nella Biblioteca di Sarnano o in altre biblioteche.

La Biblioteca inoltre ingloba l’archivio storico comunale, recentemente riordinato, e quanto rimane di quelli dell’Abbazia di Piobbico e di alcune chiese di Sarnano. Sono presenti gli atti amministrativi del Comune dalle origini fino al 1954. Il fondo pergamenaceo è molto consistente e i documenti più antichi risalgono al secolo XI.

La biblioteca offre agli utenti i servizi di lettura e consultazione di testi bibliografici e multimediali, visite guidate per le scuole, prestito esterno e prestito interbibliotecario, consulenza bibliografica e collegamento ad internet per ricerche e navigazione libera.

Tratto dalla sezione turismo del sito del comune di Sarnano

Condividi