In bicicletta ad Apiro e Le Piagge

Per gli amanti della bicicletta il territorio maceratese offre numerosi itinerari, adatti sia agli sportivi che non, dai quali poter ammirare i meravigliosi panorami che la nostra provincia offre, come ad esempio pedalare per Apiro e la località Le Piagge.

Itinerario: Piagge roventi
Km totali: 9 circa
Dislivello: 380 metri in salita, 400 metri in discesa.
Punto di partenza: Apiro, chiesetta di Santa Felicita.
Tempo di percorrenza: 2/2,30 ore
Difficoltà: media.
Consigli: percorribile solamente nel senso di marcia descritto. Attenzione al traffico nei tratti stradali. Utili gomme di larga sezione. Ottimo anche se bagnato.

Descrizione. Dalla chiesetta di Santa Felicita prendere la strada asfaltata che dall’incrocio per Cingoli sale verso i Piani di Apiro (via del Crossodromo). Dopo un chilometro e 700 metri di salita asfaltata, si arriva sul piazzale con l’area di sosta attrezzata dei Piani; da qui imboccare la strada imbrecciata che entra nella pineta, usciti dagli alberi prendere subito a sinistra in discesa e raggiungere una nuova strada imbrecciata. Continuare a destra e, seguendo le indicazioni con frecce verdi “Vallelunga”, arriverete con una facile discesa in località “Cà di Chiocco”. Qui, a destra della piccola chiesa, scende il sentiero del “Fosso dell’Ubriaco”. La downhill è velocissima e divertente anche se non particolarmente tecnica; la parte iniziale è nel bosco con fondo sterrato, successivamente si affrontano tre tornanti su ghiaia e pietra che portano al casale dell’Ubriaco, al centro dell’omonima vallata. Al bivio successivo prendere a destra (freccia Vallelunga), la carrareccia che costeggia un campo coltivato e inizia a salire e poco dopo rientra nel bosco; gli ultimi 400 metri sono molto ripidi e costringeranno i meno allenati a scendere di sella. Dopo il muro, il percorso si fa pianeggiante ed entra con un largo sentiero sterrato nella pineta di rimboschimento delle Piagge; il paesaggio è bellissimo e offre un pittoresco panorama sul Monte San Vicino e sul Lago di Cingoli. Continuando sempre in piano, la stradina raggiunge un incrocio dove proseguire diritto sul percorso principale; arrivati a un secondo bivio, con la freccia direzionale Vallelunga, prendere a sinistra in discesa. La mulattiera scende per un chilometro su terreno sterrato a tratti pietroso, solcato da canali lasciati dalle piogge. Alcune strette curve finali completano questa piacevole downhill che, superato un casale diroccato, sbuca su una strada asfaltata. Continuare verso destra facendo attenzione alle auto e con una leggera salita sarete nuovamente ad Apiro.

Condividi