Spiaggia di Porto Potenza

La spiaggia di Porto Potenza rappresenta il litorale sabbioso senza uguali nella zona, in alcuni tratti con la presenza di scogliere a ridosso della spiaggia, per prendere il sole quasi a contatto dell’acqua. E’ un luogo la cui frequenza è consigliata soprattutto a quanti amano un soggiorno tranquillo, al riparo dal caos, che, talvolta, caratterizza alcune località rivierasche forse più note. La possibilità di un lieto soggiorno estivo è garantita da una buona organizzazione ricettiva; valide anche le strutture sportive, come il palazzetto dello sport, il nuovo campo da calcio, campi da tennis, da basket e quant’altro. Un tempo nel territorio dell’attuale Porto Potenza sorgeva la città romana di Sacrata. Della città antica poco o nulla è giunto fino a noi, se si eccettuano alcuni ritrovamenti occasionali di ossa umane e frammenti di oggetti vari, testimonianze inequivocabili che il luogo era certamente abitato. L’attuale nucleo si è sviluppato attorno alla torre, resto di un’antica fortezza eretta a protezione del luogo contro incursioni piratesche, e alla vicina chiesa dedicata a Sant’Anna, riedificata in forme neo gotiche su disegno dell’architetto Petetti e consacrata il 23 ottobre 1923 da Mons. Carlo Castelli, arcivescovo di Fermo. Danneggiata nel corso dell’ultimo conflitto mondiale, la chiesa è stata ristrutturata e abbellita con il determinante contributo dei fedeli. Oggi si presenta ispirata a forme romanico – gotiche e custodisce al suo interno una splendida tela del XVII secolo raffigurante la Santa. A Porto Potenza il visitatore potrà godere degli ampi spazi di verde pubblico attrezzato come i giardini di piazza Douhet; da vedere anche la parte più vecchia dell’abitato, che si estende nelle vicinanze della stazione ferroviaria, in direzione sud per un centinaio di metri. Si tratta di una serie di casette, originariamente abitate da pescatori, dalle linee essenziali e sobrie.

Condividi