Olmo di S. Severino

L’Olmo è radicato in località Caruccio nei pressi di S. Severino ed è raggiungibile attraverso una strada campestre che si stacca, seguendo la sponda destra del Potenza, sulla sinistra della provinciale che conduce da San Severino a Tolentino.
Si tratta di un esemplare di indubbio interesse, tanto da essere stato censito nel 1989 in un’indagine a livello nazionale tesa a monitorare i più significativi esemplari che avevano mostrato di resistere alla grafiosi, l’inesorabile malattia che ha portato la specie sulle soglie dell’estinzione nel nostro Paese.
Negli ultimi anni ha mostrato segni di malessere, con ritardo nella ripresa vegetativa primaverile e sofferenza estiva.
Molto avveduta è stata l’intuizione del suo proprietario, Vincenzo Rossetti, il quale, avendo compreso che la causa andava fatta risalire alla siccità degli ultimi anni, ha provveduto ad irrorarlo in abbondanza.

Tratto dalla sezione turismo del sito del comune di San Severino

Condividi