Santuario Madonna del Sasso di Caldarola

Nel comune di Caldarola, sulla sponda destra del Chienti, di fronte all’abitato di Campolarzo, inserita in un fitto bosco, spicca la bianca chiesa della Madonna del Sasso, raggiungibile da Valcimarra. Forse il suo nome deriva dalla roccia su cui poggia o forse dal non lontano monastero di San Benedetto saxi latronis. L’edificio sacro, sorto per il ritiro di qualche eremita, nel XIV secolo ospitò una comunità femminile probabilmente di penitenti francescane. All’interno, un’unica navata con volta a crociera sostenuta da archi a tutto sesto. Due affreschi del tardo Quattrocento, uno dei quali rappresenta una Crocifissione, e l’altro una Madonna venerata anche oggi impreziosiscono l’antico ambiente. E’ tradizione che nelle vicinanze si nasconda l’antro della Sibilla Cimmeria. La leggenda deriva forse dalla presenza di alcune caratteristiche degli antichi oracoli come l’eco e la vicinanza con una via di comunicazione.

Condividi