Santuario di Macereto di Visso

Il Santuario di Macereto, che sorge sull’altopiano appenninico a circa mille metri di altezza, in un’ampio anfiteatro montuoso presso il castello dei conti di Fiastra, in comune di Visso, sulla strada percorsa dai pellegrini che dalla Sabina e dall’Abruzzo si recavano a Loreto, è un edificio di eccezionale interesse architettonico. All’origine della nascita del Santuario, l’episodio di una statua lignea, diretta in Abruzzo, nel 1359, che si fermò nel luogo del santuario con i muli che non volevano procedere. Dopo una primitiva edicola, la statua fu sostituita nel secondo ‘400; il santuario fu costruito ad includere l’edicola nel primo ‘500. Il Santuario fu costruito sul modello bramantesco da Giovan Battista da Lugano (1528 – 1538) e alla sua morte qui avvenuta (si dice per un incidente occorso durante la costruzione del santuario), fu portato a termine entro il 1558 da maestri anch’essi provenienti da Lugano. Presenta una pianta ottogonale con tre ingressi; l’interno racchiude un oratorio del secolo XIV. Qui si conserva una statua lignea della Madonna (sec. XV) ora nel Museo pinacoteca di Visso. Il gruppo ligneo, onorato da molti pellegrini, fu riprodotto in molte chiese del vissano e del camerinese. Anche il santuario fu imitato da varie chiese a pianta centrale.

Condividi