Chiesa di San Giovanni di Gagliole

Alla chiesa di S. Giovanni di Gagliole si riferisce il documento più antico riguardante Acquosi e risalente al 1198, nel quale si legge che essa era soggetta all’abbazia di Sant’Angelo infra Ostia di Esanatoglia. In tale documento si legge: ” jus quod habetis in Ecclesia S. Joannis (sic) de Lacurse”, mentre nelle Rationes del 1299 compare un tal Don Angelo cappellano di San Giovanni di Acquosi: “…dompno Angelo cappellano S. Johannis de Iaccufis”. Acquosi ricompare come villa nella documentazione notarile del XVI secolo insieme alla Chiesa di S. Giovanni. La medesima chiesa è ricordata in occasione delle Visite apostoliche e Pastorali del 1572 e del 1582. Nel resoconto della seconda di queste Visite, si legge che la chiesa non aveva sagrestia, ma esisteva la casa parrocchiale; la parrocchia comprendeva 61 famiglie (quindi circa 300 persone). L’antica chiesa di S. Giovanni, rimaneggiata più volte nei secoli è un edificio piuttosto ampio, pari a due terzi della Pieve di S. Zenone e non è officiata. Non si notano altri resti di superficie degni di nota.

Tratto dalla sezione turismo del sito del comune di Gagliole

Condividi