Chiesa della Madonna di S. Domenico di Montecosaro

La chiesa della Madonna di S. Domenico si trova appena al di fuori della cinta muraria trecentesca di Montecosaro, in prossimità dell’ormai scomparsa Porta di S.Giovanni. Da qui si domina su un esteso tratto della bassa Val di Chienti e dalle contrade sottostanti giungono solo rumori e odori di vita campestre. La minuscola struttura sorge in un sito tranquillo ed assolato, dove verso la metà del ‘500 venne edificata un’edicola votiva. Solo in seguito, intomo all’anno 1742, il piccolo manufatto venne trasformato nella chiesa attuale.
La data del 1756 incisa sopra l’ingresso, dovrebbe quindi corrispondere ad una semplice risistemazione o ad un primo abbellimento dell’impianto. Tetto e muratura sono stati ristrutturati di recente e tra breve saranno avviati anche i lavori per il restauro dei tré affreschi dell’intemo. Quello centrale è stato realizzato verso la metà del ‘500 e riproduce una Madonna con Bambino tra S.Domenico e S.Francesco. L’immagine fu veneratissima nei secoli passati, tanto che nonostante svariate visite di scrupolosi ladri di opere d’arte, vi sono ancora apposti diversi ex voto e coroncine. Nei due affreschi laterali figurano invece S.Antonio da Padova e S.Giuseppe, con in mano degli oggetti che simboleggiano il Bambin Gesù, rispettivamente un giglio ed un bastone fiorito.

Tratto dalla sezione turismo del sito del comune di Montecosaro.

Condividi