La quaglia

La quaglia è un uccello diffuso in tutta la provincia e rappresenta l’unico esemplare di uccello galliforme migratore. Il suo habitat preferito sono i campi e le praterie dove riesce a mimetizzarsi completamente con la vegetazione. Conduce una vita solitaria a migra in stormi. In questi animali è quasi impercettibile il dismorfismo sessuale: la femmina ha la gola bianca, mentre nei maschi è nera o striata; il colore generale del piumaggio è giallo sabbia fortemente striato di fulvo e nero. In passato era assai diffuso allo stato libero, oggi lo è meno sia a causa della bontà delle sue carni e per la caccia sportiva in quanto il suo volo di fuga è lento. E’ un uccelletto lungo circa diciotto centimetri che predilige il volo notturno in fase di migrazione. La sua alimentazione è costituita da semi duri, chiocciole e insetti. Costruisce il suo nido a terra, in una buca nascosta tra la vegetazione. Solitamente alleva due covate all’anno e depone da sette a dodici uova per volta. Le uova si schiudono dopo tre settimane circa di cova e i piccoli uccelli sono in grado di provvedere a sé stessi molto presto.

Condividi