Il lupo

Il lupo italiano (lupo appenninico), il “Canis lupus” dei latini, che appartiene alla sotto specie detta “Cane lupo europeo”, è presente nelle montagne dei Monti Sibillini. Le sue dimensioni normali sono le seguenti: corpo lungo circa 100 – 140 centimetri; altezza al garrese (spalla), 70 – 80 centimetri, peso 25 – 40 kg. Il lupo ama occupare zone molto vaste che vanno dai 30 ai 100 km, ma situazioni diverse possono farlo restare in aree molto più ristrette. Nei Monti Sibillini, il lupo si sposta ad altitudini comprese tra gli 800 e i 2200 metri; preferisce comunque i grandi boschi con ampie radure e superfici a pascolo, tra gli 800 e i 1600 metri. Animale sociale, forma in branco sulla base delle condizioni ecologiche ambientali del suo areale. Infatti in America del Nord, dove sono presenti grosse mandrie selvatiche di alci e cervi, si sono osservati branchi di lupi composti da oltre venti esemplari, numero indispensabile per uccidere animali di così grande mole. In Italia invece, dove non si verificano queste condizioni, il branco è formato generalmente da un gruppo familiare: un maschio adulto, una femmina e la loro prole. Il numero dei lupi presenti in tutta la catena appennica è stato stimato in circa 200 esemplari (aprile 1996).
Sono circa 32 le razze riconosciute di lupo, di cui soltanto otto vivono in Europa e Asia, e 24 nell’America del Nord.

Condividi