Pinacoteca di Palazzo Ricci di Macerata

L’importante collezione di opere d’arte della Pinacoteca di Palazzo Ricci di Macerata è stata assemblata sapientemente con la volontà di evidenziare il rapporto tra i più importanti artisti maceratesi e marchigiani del ‘900 e il più ampio contesto dell’arte moderna italiana. Si possono individuare prioritariamente il filone futurista, a cui gli artisti marchigiani hanno aderito dando il loro importante contributo, e quello della cosiddetta “scuola romana”, capitanata proprio dal maceratese Gino Bonichi detto Scipione; anche la metafisica e il grande astrattismo italiano sono ben rappresentati. La Pinacoteca dunque costituisce un nucleo d’arte moderna che offre spunti e stimoli ricchi e articolati per la lettura di una storia locale intrecciata con quella più vasta delle avanguardie e delle novità espressive d’Italia e d’Europa. Una collezione di opere che è, per fortuna dei fruitori, tuttora in progressivo ampliamento.

Condividi