Pinacoteca Comunale di Sarnano

Il nucleo principale della pinacoteca Civica di Sarnano è costituito dalle opere pervenute al Comune dal passaggio dei beni del convento dei Francescani e di altri conventi per effetto della soppressione degli organi religiosi a seguito del decreto Valerio del 1861.
La Pinacoteca è collocata dal 1987 in alcune sale del Municipio originariamente destinato a Convento di San Francesco, edificato nel 1328 ca. ed ampliato nel corso del XVI secolo per interessamento del Cardinale Costanzo Torri. Di particolare interesse si segnalano: un San Francesco, il popolo e la Madonna in gloria, attribuito a San Francesco da Tolentino (att. I° Metà del XVI secolo), una Crocefissione di Stefano Folchetti datata 1513, alcune opere di Vincenzo Pagani (1490-1568), un’Ultima cena di Simone De Magistris (1534 o 38/1612),una Madonna adorante il Bambino con Angeli Musicanti di Vittore Crivelli (1440-1502). La Collezione d’Arte Moderna costituisce la sezione distaccata della Pinacoteca. I dipinti del sarnanese Mariano Gavasci (1903-1984) , ceduti al Comune dalla moglie Elena Ballanti, sono esposti nella Sala del Consiglio Comunale. La Pinacoteca è inserita in un percorso che propone al visitatore la lettura del territorio compreso nella Comunità Montana dei Monti Azzurri .

Tratto dalla sezione turismo del sito del comune di Sarnano

Condividi