Pinacoteca Civica Villa Colloredo Mels di Recanati

La nuova pinacoteca civica di Recanati (trasformata in Museo del territorio), ospitata all’interno di Villa Colloredo Mels, è stata inaugurata nel giugno 1998 in occasione delle iniziative per il secondo centenario leopardiano. Si articola in varie sezioni. La sezione archeologica propone i materiali recuperati negli scavi dell’insediamento neo – eneolitico di Fontenoce e quelli delle necropoli Picene di Villa Teresa e di Fonti San Lorenzo. L’esposizione museale è stata organizzata in modo da far conoscere l’organizzazione di una comunità neolitica insediata lungo il fiume Potenza e di cogliere le problematiche connesse alla sovrapposizione e alla presenza nello stesso luogo di un insediamento eneolitico. I corredi tombali dell’età del ferro illustrano le scelte di una comunità di Piceni in rapporto alle risorse del territorio e in merito all’organizzazione sociale. La sezione medievale è particolarmente ricca di monumenti che testimoniano la fioritura in età comunale della città di Recanati. Fra le pergamene è di particolare interesse quella di Federico II, corredata di Bolla Aurea, con la quale viene concesso il permesso a Recanati di avere un porto sul mare. Interessanti gli statuti municipali (1406) e le monete della zecca recanatese. Nella sezione rinascimentale sono ospitate opere di artisti che, seppure principalmente impegnati a Loreto, nella decorazione della Basilica, lasciarono traccia di sé anche a Recanati. Perle della Sezione rinascimentale sono le quattro opere di Lorenzo Lotto: il “Polittico” di S. Domenico, “La Trasfigurazione”, il piccolo “San Giacomo Maggiore” e la celebre “Annunciazione”. Un itinerario pittorico e di ricostruzione di interni illustra la situazione di Recanati fra il ‘600 e il ‘700. Quattro sale dedicate a Giacomo Leopardi mostrano il contesto storico – economico – sociale in cui è maturata l’esperienza artistica del poeta. A Giacomo Leopardi e ai suoi familiari sono dedicati spazi espositivi che mettono in mostra numerosi autografi; alla documentazione relativa al primo centenario leopardiano e alle celebrazioni a esso relative vengono riservate due sale all’interno della stessa sezione. La galleria d’arte moderna e contemporanea completa idealmente il percorso espositivo del Museo del territorio, dato che ospita donazioni fatte al Comune di Recanati da artisti locali e legati culturalmente alla città: pregevole è la collezione del ceramista Rodolfo Ceccaroni, che affianca le donazioni Biagetti, Gigli, Braccialarghe e Pirrone.

Condividi