Museo “Giustiniani Bandini” di Castelraimondo

Una stupefacente “dimora-museo” viene realizzata al castello di Lanciano a Castelraimondo, unica nel suo genere per le decorazioni, gli arredi, la ricca collezione di quadri, per il vissuto ad essa impresso dai Bandini e in particolare dall’ultima titolare Maria Sofia Giustiniani Bandini. La fortezza divenne importante nel 1381-82, quando Giovanni Da Varano fece costruire una linea difensiva che da Pioraco giungeva a Monte Leteggie. Tali opere di fortificazione compresero l’ edificazione di Torre Beregna (1381), la Torre del Parco (1381), la torre Porta di Ferro vicino al castello di Pioraco e l’ ampliamento di Lanciano. La principessa Maria Sofia Giustiniani Bandini Gravina, ultima proprietaria di Lanciano, nel 1977, alla sua morte, ha assegnato l’intero patrimonio alla Curia Arcivescovile di Camerino. I restauri filologicamente scrupolosi non hanno mutato l’ identità storica, estetica ed emozionale del luogo, mentre sagaci ritocchi nell’ allestimento, hanno valorizzato pezzi particolari ed esaltato le atmosfere. Il castello continua ad essere immerso in un parco secolare, attraversato da corsi d’ acqua derivati dal Potenza, parco che si estende lungo le strade che congiungono Camerino, Castelraimondo, Pioraco.

Tratto dalla sezione turismo del sito del comune di Castelraimondo.

Condividi