Il calzolaio

Il calzolaio tradizionale confezionava scarpe e, più spesso eseguiva le riparazioni. I contadini, che andavano scalzi d’estate, possedevano un solo paio di scarpe, rinforzate nella suola e nel tacco da chiodi. I figli se le passavano dal più grande al più giovane. Quando dovevano recarsi a messa o alla fiera, legavano le scarpe per le stringhe e le lasciavano penzolare sulle spalle, per infilarle solo in prossimità del paese. Il calzolaio lavorava d’estate all’aperto con il deschetto, in inverno la sua bottega rappresentava un luogo di incontro. I ciocchi (calzature tradizionali dei contadini) erano invece assemblati in casa d’inverno con vecchie e spesse tomaie. Il fondo pesante di legno veniva rinforzato di gomma.

Condividi