dal Comune di Tolentino

Giovedì Santo: i Cantori della Schola gregoriano-polifonica bolognese San Pietro eseguiranno il celebre Ufficio delle Tenebre in canto gregoriano e con dei brani polifonici inediti provenienti dall’archivio diocesano della Cattedrale Metropolitana di Bologna

17 aprile 2019
 

Giovedì Santo 18 aprile 2019, dalle ore 21.30, nella chiesa del Sacro Cuore, anche detta dei Sacconi, nel centro storico di Tolentino, durante l’adorazione notturna tradizionalmente riservata al Santissimo Sacramento, i Cantori della Schola gregoriano-polifonica bolognese San Pietro – Lars Magnus Hvass Pujol, tenore; Francesco Righini, Tenore Giacomo Contro, Baritono; – eseguiranno il celebre Ufficio delle Tenebre in canto gregoriano e con dei brani polifonici inediti provenienti dall’archivio diocesano della Cattedrale Metropolitana di Bologna.

L’Ufficio delle Tenebre della sera del Giovedì Santo è una “perla” riservata al centro storico di Tolentino: non ci sono altre celebrazioni simili in tutte le Marche.

Si ravvisano i caratteri della più grande antichità: si può infatti datarne l’origine in Roma al IV-V secolo.

Il rito è molto suggestivo: alla fine di ogni salmo viene spenta una candela; l’ultima viene nascosta dietro l’altare per poi mostrarla di nuovo dopo il fragore prodotto dal clero e dai fedeli – a richiamare il terremoto alla morte di Cristo, o lo smarrimento dei cristiani privati del Redentore.

Nella chiesa del Sacro Cuore a Tolentino tutto il Triduo Pasquale è celebrato in latino e in canto gregoriano.

Condividi